sabato 15 ottobre 2011

"...e torno ad essere con te la terra che tu sei..."


Oda y germinaciones

I
El sabor de tu boca y el color de tu piel,
piel, boca, fruta mía de estos días veloces,
dímelo, fueron sin cesar a tu lado
por años y por viajes y por lunas y soles
y tierra y llanto y lluvia y alegría
o sólo ahora, sólo
salen de tus raíces
como a la tierra seca el agua trae
germinaciones que no conocía
o a los labios del cántaro olvidado
sube en el agua el gusto de la tierra?
   
No sé, no me lo digas, no lo sabes.
Nadie sabe estas cosas.
Pero acercando todos mis sentidos
a la luz de tu piel, desapareces,
te fundes como el ácido
aroma de una fruta
y el calor de un camino,
el olor del maíz que se desgrana,
la madreselva de la tarde pura,
los nombres de la tierra polvorienta,
el perfume infinito de la patria:
magnolia y matorral, sangre y harina,
galope de caballos,
la luna polvorienta de la aldea,
el pan recién nacido:
ay todo de tu piel vuelve a mi boca,
vuelve a mi corazón, vuelve a mi cuerpo,
y vuelvo a ser contigo
la tierra que tú eres:
eres en mí profunda primavera:
vuelvo a saber en ti cómo germino.

Pablo Neruda
da Los versos del capitán




Cavatina   Stanley Myers
Bogdan Plech
bogdanplech

Ode e germinazioni

I
Il sapore della tua bocca e il colore della tua pelle,
pelle, bocca, frutta mia di questi giorni veloci,
dimmi, furon senza sosta al tuo fianco
per anni e viaggi e lune e soli
e terra e pianto e pioggia e gioia,
o solo ora, solo
escono dalle tue radici
come alla terra secca l'acqua reca
germinazioni che non conosceva
o alle labbra della brocca dimenticata
sale nell'acqua il gusto della terra?

Non so, non dirmelo, non sai.
Nessuno sa queste cose.
Ma avvicinando tutti i miei sensi
alla luce della tua pelle, sparisci,
ti fondi come l'acido
aroma di un frutto
e il caldo di una strada,
l'odore del mais che si sgrana,
la madreselva della sera pura,
i nomi della terra polverosa,
il profumo infinito della patria:
magnolia e fratta, sangue e farina,
galoppo di cavalli,
la luna polverosa del villaggio,
il pane appena nato:
ahi, tutto della tua pelle torna alla mia bocca
torna al mio cuore, al mio corpo,
e torno ad essere con te
la terra che tu sei:
in me tu sei profonda primavera:
torno a sapere in te come germoglio.

Traduzione Internet

10 commenti:

Dual ha detto...

Un saluto per augurarti una serena Domenica
Gio'
http://remenberphoto.blogspot.com/

achab ha detto...

Ciao cara Red,bella poesia,si sentono echi lontani e sapori ancora incontaminati alla lettura.
Serena notte e buona domenica.
Un bacio.

Anonimo ha detto...

I miei colori preferiti, eccoli qua, nel "Cesto di frutta": caldi come i versi di Neruda.
Intensità delle impressioni sensoriali: "aroma de una fruta / y el calor de un camino" : forse è per questa intensità che amo tanto Neruda?
Mi rispondo con le sue stesse parole, queste che leggo proprio qui: "No sè, no me lo digas, no lo sabes. / Nadie sabe estas cosas".
E' l'unica risposta che potrei dare, questa, al di là delle prime risposte, superficiali, a molte domande, anche le più piccole, che potrebbero venirmi in mente. Perché amo l'autunno? Perché amo leggere il tuo blog? "No sè, no me lo digas, no lo sabes".
E, di me, e degli altri, io amo, in fondo, solo ciò che non si spiega, tutto ciò di cui si può dire: "Nadie sabe estas cosas". Grazie, dunque, Red, per aver posto sotto i miei occhi questi versi che si adattano a tutto, questa chiave universale (che tale è, sempre, la poesia).
Un caldo grazie e buona domenica da
Anna

red ha detto...

Grazie Gio', per il tuo saluto caro e sincero.
Serena domenica a te...

red ha detto...

Ciao Achab,
sì, dici bene....echi..e sapori...che non sfuggono alla tua sensibilità.
Buona domenica amico caro, ti abbraccio

red ha detto...

Grazie a te Anna, buona domenica...

Costantino ha detto...

E'bellissimo il "Cesto di frutta"
Attrae una farfalla...ed il mio sguardo.

orso - homine de su marghine.. ha detto...

ciao red,in questo cesto di frutta che la terra ci da,pare di sentire profumi e sapori,
bellissima la musica,
notte un abbraccio,orso

red ha detto...

Ciao Costantino,
grazie per la tua poesia, fa bene al cuore.
Buona giornata

red ha detto...

Ciao frà,
sì è davvero un dipinto che coinvolge.....grazie, un abbraccio