" T'assicuro ch'a tie solu bramo..."


Non potho reposare

     Non potho reposare, amore e coro
     pensende a tie soe donzi momentu
     Non istes in tristura prenda e oro
     né in dispiaghere o pensamentu.
     T'assicuro ch'a tie solu bramo,
     ca t'amo forte t'amo, t'amo, t'amo.
     Amore meu prenda da estimare,
     s'affettu meu a tie solu est dau;
     s'are iuttu sas alas a bolare,
     milli bortas a s'ora ippo bolau;
     pro benner nessi pro ti saludare,
     s'attera cosa non 'a t'abissare.

Salvatore Sini
(1926)

 

 Non posso riposare

      Non posso riposare, amore e cuore,
     penso a te in ogni momento.
     Non essere triste, gioia d'oro
     né con dispiaceri o brutti pensieri.
     Ti assicuro che solo te bramo,
     poiché t'amo forte, t'amo, t'amo.
     Amore mio, gioia da stimare,
     il mio affetto è solo per te;
     se avessi avuto le ali per volare,
     mille volte all'ora sarei (da te) volato;
     almeno per venire a salutarti,
     o anche soltanto per vederti.


Un ringraziamento e un abbraccio grande a orso, per avermi accolto nel suo blog pieno di  tesori con le note di questa meraviglia, nella versione di Andrea Parodi, che mi ha preso il cuore...e se lo terrà per sempre.
 

Salvatore Sini, Non potho reposare
serenata in Lingua Sarda
Testo e traduzione: fontesarda
Voches 'e Ammentos de Garteddi, Non potho reposare

Commenti

orso ha detto…
sono io che ringrazio te red..per tutte le volte che passi da me..e ti ringrazio anche per la canzone.Non potho reposare..che nel tuo blog farai conoscere a tanti amici.la canzone e nata proprio per i gruppi sardi.ma con andrea parodi eseguita meravigliosamente.l'ha portata e fatta conoscere in tutta la penisola..passa una buona giornata.un abbraccio ciao frà..
red ha detto…
Passare da te è un viaggio meraviglioso, diverso da tutti gli altri perché intrapreso sul percorso che i tuoi occhi e prima ancora i tuoi sentimenti tracciano, per i fortunati come me che ti hanno incontrato... questa canzone è splendida e commovente... non solo per il testo... ma per l'armonia di forza e delicatezza che sprigiona...un colpo di fulmine per me... che ancora una volta devo alla fortuna di aver incrociato il tuo cammino.
Grazie...ti abbraccio col cuore.
Anonimo ha detto…
Ho visto stranieri ammutolirsi quando una persona minuta ha improvvisamente intonato, con un filo di voce, questa meraviglia.
Nella corriera che portava anime diverse in vacanza è sceso il silenzio. Senza capire una parola.
Cogliendo l'essenza.
L'applauso spontaneo alla fine aveva il colore di tanti occhi lucidi.
Ricordo anche una commovente versione di Pierangelo Bertoli pochi mesi prima della prematura scomparsa.
Ms
tiziana ha detto…
entrare in questo blog...è come respirare un mondo che purtroppo non c'è più
buon fine settimana
red ha detto…
Ciao Ms, speravo che passassi da qui...e sapevo che ti sarebbe piaciuta la canzone, legato come sei alla tua Sardegna... per quanto mi riguarda, appena l'ho sentita ho fatto esattamente come i viaggiatori della tua corriera..sono ammutolita.
E' un'autentica meraviglia...
Un abbraccio
red ha detto…
Ciao Tiziana, ti ringrazio moltissimo per le tue parole...è un complimento molto gentile...un gran complimento... non so se lo merito davvero, ma grazie dal cuore.
Buon fine settimana a te, un sorriso
orso ha detto…
ripasso per ascoltare per me.. questa memorabile poesia..tutte le volte che la sento mi viene un nodo in gola..grazie red buona giornata..ciao frà..