martedì 21 dicembre 2010

"Vo dove ogni altra cosa.."



Imitazione

Lungi dal proprio ramo,
povera foglia frale,
dove vai tu? - Dal faggio
là dov'io nacqui, mi divise il vento.
Esso, tornando, a volo
dal bosco alla campagna,
dalla valle mi porta alla montagna.
Seco perpetuamente
vo pellegrina, e tutto l'altro ignoro.
Vo dove ogni altra cosa
dove naturalmente
va la foglia di rosa,
e la folgia d'alloro.

Giacomo Leopardi

Composta nel 1828 ad imitazione de
La Feuille, A. V. Arnaut (1766-1834)


Painting: Francesco Melzi

4 commenti:

achab ha detto...

Ciao Red,bel dipinto e bella poesia,poesia di un grande poeta,anche se è ad imitazione,la natura che incanta e ci sorprende con le foglie i rami e il bosco dove tutto è magia,e dolcemente ci innamora.
Ti auguro di passare un sereno Natale.
Un bacio.

red ha detto...

oh.. Achab.. i tuoi commenti prendono sempre più l'aspetto di poesie... piacevolissimi da leggere e da ricordare.. Passa un sereno Natale anche tu.. e ripassa di qui domani per un augurio da blogger.
Sei tanto caro.. a presto

Eduardo Rezzano ha detto...

Querida amiga, mis mejores deseos para el nuevo año. Eduardo.

red ha detto...

Grazie di cuore Eduardo e a presto!