" de gratzias ses sa vena e sa currente..."

Conservato presso la Galleria degi Uffizi, Firenze


Maria Carta   Deus ti salvet Maria

Commenti

ariodante76 ha detto…
Dearest,
I love the imagery in the video, that remind me, in a way, of my travels in Sicily. There is a wild, earthly beauty that I love... elemental... quintessential... juxtaposed with baroque leitmotif... the masonry that endures for centuries... in short, a "permanenza" that is mostly lacking where I live... in this city that is never static, constantly reshaping itself, the urban jungle.

Buona notte, a presto.
red ha detto…
Dearest, I write in italiano..per prolungare la tua sensazione di Italia..che tu tanto ami.
In questo video c'è la Sardegna..nelle immagini...e nella voce di Maria Carta, per me una delle voci più belle della Terra. Mi piaceva l'idea di accostare l'Annunciazione con un canto che ne è la narrazione, fatta da una voce antica, arcaica, dolorosa e bella. Questa voce ha l'ampiezza di una cattedrale...e srotola una preghiera, la sgrana..come in un rosario. Amo la cultura sarda e ti suggerisco di avvicinarti ad essa....ti sorprenderà, incantandoti.

Un bacio
ciao red,sempre emozionante sentire maria carta,belle le sequenze della catedrale di saccargia,
como ti lu naro in s'ha limba mia,asa fattu unu bellu ritratu de tottu,
adiosu amiga mia unu abbrazzu..
red ha detto…
grazie frà, un abbraccio fortissimo!