sabato 6 novembre 2010

Genova per me...




Mi è tornata all'improvviso una gran voglia di parlare di Genova. Non credo sia una questione di stagioni: Genova non è una di quelle città che cambiano vestito secondo i mesi; mantiene i suoi colori intatti da secoli, malgrado il cielo e il mare facciano a gara per indurla ad un cimento, proiettando sui suoi palazzi ombre e luci affascinanti. Lei si lascia accarezzare, si lascia attraversare fin nel cuore dei suoi caruggi più reconditi, ma non cede alle lusinghe e rimane uguale a sé stessa, Superba. No, non è una questione di stagioni; il pensiero di Lei si affaccia all'improvviso, cauto e discreto, quasi nascosto fra gli altri mille che la mia mente insegue, mi induce ad imitarla e così a mia volta io mi addentro in lei e mi lascio attraversare dai suoi colori, dalla dissimulata maestosità delle sue architetture, fin nel suo cuore dove ancor più nascoste quinte celano tesori incredibili. Genova per me è come i genovesi, schermisce le sue bellezze, avara di sorrisi e d'indulgenza, mercanteggia con astuzia le sue seduzioni e alla fine si lascia scoprire. Mi piace sbirciare negli imponenti portoni dei suoi palazzi antichi, silenziosi testimoni di un passato fastoso, farmi sorprendere dalle pietre di San Matteo attraversando la sua piazzetta, scendere nel cuore della vecchia Zena fino a Via degli Orefici, dove c'è una "Adorazione dei Magi "in bassorilievo che la folla indaffarata quasi ignora... ovunque ci sono meraviglie, che spiano sornione il flusso di gente che, come un fiume,scorre nelle vene grigie e strette della città vecchia.

San Matteo
















By William Domenichini (my own work) [GFDL, CC-BY-SA-3.0 or CC-BY-SA-2.5-2.0-1.0], via Wikimedia Commons


I palazzi si fronteggiano e quasi si toccano, impedendo agli occhi di godere della bellezza cromatica delle facciate decorate che si perdono fino a toccare il cielo; poi San Luca e la sua chiesa, affrescata dal Piola , sulla cui parete di sinistra troneggia una "Adorazione dei Pastori" del  Grechetto , ulteriormente impreziosita dalla doratura di un raggio di luce naturale... e Piazza Banchi, centro commerciale e finanziario della Superba, i portici di Sottoripa, così simili ai souk maghrebini, che corrono alle spalle di Palazzo San Giorgio, dove si apre lo scrigno di Genova: il Porto Antico... il mare. Qui Genova racconta, a chi la vuole ascoltare, la sua mediterraneità, la sua piratesca indole, la sua gloria marinara. Ma basta un attimo, basta voltare la testa e un'altra scenografia seduce il cuore: Via San Lorenzo sale dal mare verso la Cattedrale, che sembra giocare a nascondersi con i ricchi palazzi che la circondano, mentre in cima alla salita, oltre il Ducale che da qui non si indovina, svetta l'imponente sagoma della Chiesa del Gesù, mistica quadreria del grande Rubens.

Via San Lorenzo, scorcio della Cattedrale omonima e, sullo sfondo, la Chiesa del Gesù
 By Alessio Sbarbaro User_talk:Yoggysot (My Work) [CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons



Mentre percorro la salita di San Lorenzo, accarezzando le linee delle sue architetture e le curve sinuose dei suoi leoni, so già cosa mi attende alla fine di questa strada... se il tempo tiranno mi costringerà svolterò a sinistra, verso Piazza de Ferrari e il Teatro e rapida mi rimetterò in viaggio verso casa. Ma se esiterò soltanto un attimo, se i miei piedi indugeranno sul selciato disuguale e gli occhi scivoleranno furtivi verso Porta Soprana... ecco, sarò nuovamente prigioniera del suo fascino, girerò a destra senza dubitare e con pochi passi impazienti mi ritroverò davanti a San Donato, in pieno Medioevo; saluterò la sua torre campanaria con un sorriso di beatitudine autentica... e ricomincerò a sognare.

San Donato

   By User:Yoggysot Alessio Sbarbaro (My Work) [GFDL, CC-BY-SA-3.0 or CC-BY-SA-2.5-2.0-1.0], via Wikimedia Commons

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Genova per noi,che dall' alto di una collina siamo scesi in valle a sotterrare l'insana immaginazione della possiilità di un meglio ... Genova lo mostra, il meglio,il futuro; e lo nasconde,che non sia troppo in vista per non dover pagare gabella!

red ha detto...

Grazie, un commento perfetto.