giovedì 25 dicembre 2014

Albero di Natale


Questo per me è l'albero più bello della Terra, è un albero filosofico e filosofo, un albero parlante. Sui suoi rami per niente aggraziati germogliano frutti che sembrano lampade liberty di Lalique e il verde delle sue foglie è sontuoso, un verde di seta orientale, che lascia il posto ai colori dell'autunno prima di abbandonare i rami in inverno. Questo albero non tace mai, parla della caparbietà di risvegliarsi ogni volta e accettare di fiorire, del coraggio di osare la bellezza là dove nessuno penserebbe di trovarla, della semplicità eclatante di un piccolo miracolo, della forza che si deve mettere nel dare sè stessi alla vita, della dolcezza che si può sentire vivendo, a tratti, mentre si mastica amaro e in nessun altro modo la si potrebbe sentire così, accostata al suo contrario. Adoro quest'albero che sta sulla mia strada da quando sono al mondo. Era negli orti di mio nonno quando ero piccola e nessuno si curava di farmi assaggiare i suoi frutti, ma mi mettevano in guardia dal salire sui suoi rami; è ancora sui sentieri che percorro e nelle giornate grigie d'inverno fa capolino dietro un velo di rovi, con i suoi frutti incredibili. È un vero albero di Natale, luminoso, splendente di vita quando tutto sta per addormentarsi, carico di dolcezza e di nutrimento quando l'anno vecchio se ne va e arriva quello nuovo e non si sa cosa porterà. Non c'è albero più natalizio per me, più bello, sotto cui lasciare un augurio di serene Feste a chi passerà da qui. Buon Natale e Sereno Anno Nuovo a tutti. Un abbraccio, red.




Grazie di cuore a unbrivido per avermi prestato una delle sue bellisime immagini. Nel suo blog ci sono le foto più belle che io abbia mai visto di questo albero, foto difficili da descrivere, inquadrature della voce, del carattere di questo albero semplice e incantevole. Grazie u.